SIAMO I PROFESSIONISTI DEL BRANDED ENTERTAINMENT

Prodotto, fattori di videoevoluzione, ispirandosi al vostro brand, dà vita a format originali per la Tv, i Social e il Web con voi protagonisti. Progetti che, caratterizzati da una forte possibile espansione crossmediale, puntano ad intrattenere, coinvolgere e fidelizzare il vostro utente target per veicolargli un personalizzato messaggio commerciale. Il tutto dando valore anche ai budget più contenuti.

“Interpretare l’Innovazione per
dar vita a nuove idee.”
PRODOTTO

CHI SIAMO, di cosa ci occupiamo.

Fondata all’inizio del 2010 da Riccardo Pasini, Prodotto, fattori di videoevoluzione è una società di idee e persone specializzata nel branded entertainment che idea, realizza e distribuisce format originali per la Tv, i Social e il Web, creati su misura sulle esigenze di comunicazione dei brand partner. Ogni idea viene così realizzata chiavi in mano e, grazie al sodalizio con importanti canali televisivi nazionali e con content provider primari, ne viene garantita la messa in onda e la veicolazione stessa.

IL NOSTRO NOME, le origini.

Il nome “Prodotto” nasce quando la notorietà di internet era ancora agli albori e il branded entertainment doveva ancora essere inventato nel nostro Paese. Prendendo vita da una chiacchiera sognatrice tra due amici ai tempi del liceo, il nome Prodotto nasce a metà degli anni’90 come acronimo delle parole “produzioni” – intendendo quelle televisive – e “otto” – numero fortunato di Riccardo, che era uno dei “due amici” – (da qui originariamente inteso come Prod8) la cui forma ricorda quella dell’infinito, che diverrà poi ispirazione del logo. 15 anni dopo quella chiacchiera, Riccardo, pensando al nome da dare alla società che avrebbe dato vita alle sue “visioni”, è rimasto fedele a quel sogno.

Il sottotitolo “fattori di videoevoluzione”, contenente la radice del pensiero che ci muove, ovvero la videoevoluzione, racconta il tratto distintivo di Prodotto che è quello di essere un melting pot di professionisti specializzati: tanti “fattori” che, lavorando tra di loro in un sistema dinamico e performante, danno origine ad un “prodotto” finale elaborato. Perché, come la matematica insegna: “Il prodotto è sempre superiore alla somma delle sue singole parti”. I “fattori di videoevoluzione” sono così sia “coloro che “costruiscono la videoevoluzione” che “gli elementi stessi che la costituiscono”, in una continua evoluzione e contaminazione, senza soluzione di continuità, altro elemento che troviamo rappresentato nel logo.

COSA CI MUOVE, la videoevoluzione.

Il termine Videoevoluzione® ha preso forma nella testa di Riccardo Pasini durante i suoi studi dedicati alla televisione via internet, iniziati nel 1997 per la tesi di laurea in Università Cattolica a Milano. Un’analisi psicosociale dedicata a quello che allora era considerato dai più solo un “fenomeno mediatico”, ma in cui Riccardo aveva visto l’inizio di un’evoluzione che da li a poco avrebbe investito il modo di comunicare. Un processo di cambiamento guidato dalla costante contaminazione tra innovazione tecnologica, nuove modalità di comunicazione di massa e cambiamenti di usi e costumi della popolazione, portandolo a dire in anticipo sui tempi: “le idee per la “TV” non possono più essere quelle di prima“.

Che  la “televisione” non fosse più solo sul televisore, fece scattare a Riccardo la vera intuizione: contrariamente da quanto si diceva allora, tra televisione ed internet sarebbe nata un’intesa vincente che avrebbe portato ad una “Tvvideoevoluta proiettata verso una nuova era, ed una nuova grammatica tutta da scrivere. Internet non avrebbe “ammazzato” la televisione, come titolavano invece la stampa di allora, ma avrebbe innescato un cambiamento epocale che poneva al centro non più il mezzo, ma il contenuto, con una fruibilità personalizzata a seconda del device utilizzato. Questo avrebbe dato alle aziende la possibilità di essere editrici di se stesse, creando contenuti personalizzati per comunicare la propria identity, farsi conoscere e promuoversi.

La Videoevoluzione è un approccio che, basandosi sulla presa di coscienza che si sta comunicando in un periodo in cui è costantemente in atto un cambiamento dato dalla contaminazione di mezzi e codici, si dà come regola quella di interpretare l’innovazione per dar vita a nuove idee. Un approccio che non crea una rottura col passato, ma che lo accompagna nella sua evoluzione.

Lo stesso approccio assunto da Prodotto e dai suoi “fattori” che l’ha resa sin dalla sua nascita un’azienda dinamica ed innovativa che sa guardare al futuro, senza dimenticare la concretezza che è richiesta nel presente. continua a leggere >

IL NOSTRO LOGO, da dove nasce l’idea.

La grafica del logo, che ricorda un otto posizionato come un infinito, gioca su due elementi che lo compongono, rappresentativi dell’evoluzione. L’otto nasce infatti da una strozzatura centrale che, come succede nella duplicazione cellulare (mitosi), genera due parti: nel nostro caso però non sono due “cellule” identiche, ma due figure geometriche simili a rappresentare un legame col passato (“cellula” di sinistra) da cui si genera qualcosa di simile, ma non uguale, la nuova idea (“cellula” di destra) che si genera contaminandosi con un’indispensabile “interpretazione dell’innovazione” attuata nel momento in cui la nuova idea vede la luce.

RICCARDO PASINI, il nostro primo fattore

Pioniere del branded entertainment in Italia e produttore televisivo, Riccardo Pasini nasce a Milano il 6 febbraio 1976 e si laurea in Psicologia presso l’Università Cattolica del Sacro Cuore. Ancora studente nel 1997 entra nel mondo della televisione diventando poi, a soli 23 anni, il più giovane direttore di una testata giornalistica, alla guida del telegiornale di AntennaTre Lombardia.

La lungimirante visione che televisione e web sarebbero stati due imprescindibili alleati, lo spinse a portare avanti in parallelo esperienze sperimentali sia in rete che in televisive. Nel 2000 infatti realizza per My-tv il primo format italiano pensato per il web, Il Re del quiz: un gioco-intervista interattivo con Mike Bongiorno, alla sua prima apparizione su una web tv. E sempre di quegli anni sono i primi programmi televisivi di branded entertainment che idea per aziende ed istituzioni come UniCredit, Ferrovie Nord Milano e Parlamento Europeo.

Nel 2002 incomincia la sua collaborazione con la direzione programmi Mediaset, diretta da Fatma Ruffini, firmando come autore e regista diversi programmi tra cui Stranamore. Nell’autunno 2009 studia per Mediaset il claim di lancio del nuovo canale internazionale Mediaset Italia e la linea editoriale dei contenuti auto-prodotti. Nel frattempo, nel 2006, sperimenta per la prima volta la visione di una televisione multipiattaforma re-impostando la storica syndacation Odeon. Proponendo un palinsesto in onda 24h che viene trasmesso su analogico, satellite, digitale terrestre e web, ha segnato un primato per la televisione nazionale commerciale italiana: Odeon fu la prima rete a essere sul web, in free streaming e on-demand.

La svolta arriva nel 2010 con la fondazione di Prodotto, fattori di videoevoluzione, che non solo lo porta ad importanti collaborazioni come quella con Maurizio Costanzo, ma soprattutto a confermarsi un professionista del branded entertainment, punto di riferimento per aziende, editori e concessionarie.